4 aprile 2018 at 18:21  •  Posted in Canto dei popoli, In Evidenza, Musica by  •  0 Comments

Sylvie Genovese – Corde migranti

 

Sylvie Genovese, francese di nascita vive e lavora a Roma da molti anni (insegna chitarra alla Scuola Popolare di Musica di Testaccio) dopo averne trascorsi già un po in America del Sud e a Ginevra.

Le canzoni che compone sono una sequenza di melodie struggenti, pensierose. Chi conosce e ama la musica francese non potrà non riconoscervi quello stile classico immortalato dai grandi interpreti d’oltralpe ma, nello stesso tempo, le sfumature “straniere”, i punti di confine e di contatto tra ritmi magrebini , spagnoli e italiani. Si tratta perciò di un’artista “pirata”, generosa, e persino anomala nel nostro panorama musicale assai poco abituato a proporre lingue cantate che non siano l’inglese.

Sylvie Genovese, una musicista ‘migrante’ per scelta e vocazione. La sua voce, calda e coinvolgente, sorretta dalle singolari abilità di una chitarrista di grande levatura, suggeriscono, alla mente e al cuore di chi ascolta, un grido di rivolta e di denuncia che, evitando ogni enfasi, si prospetta come sommesso ma, allo stesso tempo, irremovibile e insormontabile: siamo tutti migranti, tutti allo stesso modo feriti dalle ingiustizie della storia, dalle peripezie della vita.

 

 

Leave a Reply