28 febbraio 2018 at 18:03  •  Posted in Canto dei popoli, In Evidenza, Musica by  •  0 Comments

RICCARDO ASCANI – “LOCURA DE GUITARRAS“ TRIO

info e prenotazioni a paolo.faiella.58@gmail.com  –  Contributo 10€

… Un pellegrinaggio musicale gitano attraverso il virtuosismo, la passione ed il ritmo delle chitarre flamenco jazz e gipsy di Riccardo Ascani e Roberto Ippoliti con le percussioni di Paolo Monaldi.

“Locura de guitarras” in spagnolo significa “Follia di chitarre” ed esprime l’emozione principale che gli artisti trasmettono al pubblico durante il concerto. A tratti virtuoso, a tratti romantico e sempre appassionante. I musicisti alternano nello stesso concerto al repertorio originale tratto dall’ultimo album “OCEANI “di Riccardo Ascani i migliori standard del panorama flamencojazzgipsy , rivisitazioni di brani di Paco De Lucia, John Mc Laughlin, AL Di Meola, Chick Corea, Egberto Gismonti. Non mancano poi le divertenti cover in chiave flamenco di brani della tradizione latino americana quali “Samba de Orfeu”, “Malaguena Salerosa”, “Tico tico”.

 

RICCARDO ASCANI – “LOCURA DE GUITARRAS “TRIO
Biografie

Riccardo Ascani, nasce il 28 gennaio del 1965, è un chitarrista e compositore di flamenco dal passato jazzistico, che ha collaborato con artisti italiani quali Massimo Urbani, Pippo Matino, Antonello Salis, Danilo Terenzi Paul Mazzolini (Gazebo) e con artisti di oltreoceano quali George Coleman e Benjamin Waters.
Nel 1991 vince una targa di merito indetta dalla prestigiosa Berklee College of music di Boston dopo una sua esibizione con il grande chitarrista Joe Pass presso il Conservatorio Morlacchi di Perugia. Innamoratosi del flamenco nel 1992 prende contatti con i più importanti virtuosi del genere (Paco de Lucia, Gerardo Nunez, Manolo Sanlucar, Serranito, Juan Manuel Canizares, Rafael Riqueni, Rafael Domingo) e con le più importanti associazioni ed accademie di flamenco quali la Pena Flamenca Los Cernicalos di Jerez de la Frontera o l’Accademia di baile di Josè Galvan in Siviglia. Ha collaborato con diversi artisti spagnoli quali: Gipsy Moreno Jimenez, Rafael Domingo Suarez, Antonia Moya, Rosa Maria Maya, Cristina Benitez , Juan Polvillo.
Riccardo Ascani, negli anni ha saputo fondere i contenuti del flamenco con quelli del jazz e di altri generi musicali,realizzando sei album da solista ( Amor Rebelde, Byzantine, De Vida y Amor, En Vivo, Oceani, Fiesta en el mar) e varie collaborazioni discografiche , l’ultima delle quali per la realizzazione della colonna sonora del film “ Angelo Vassallo Il Sindaco Pescatore” edizioni musicali Rai com.
Artista di caratura Internazionale, ha presentato i suoi progetti in importanti teatri e festival dalla Russia al Libano. La sua musica è l’armonia di un viaggio avventuroso in cui l’ascoltatore viene trasportato verso territori illimitati e lontani orizzonti oceanici.
Oggi Riccardo Ascani è tra i maggiori esponenti della chitarra flamenca in Italia, ha lavorato nei più importanti clubs e teatri di Europa ed è soprattutto il creatore di una musica di confine, ricca di melodia
e romanticismo che fa del flamenco la sua forza motrice senza però annegare negli stereotipi del genere come si evince dai suoi ultimi albums “Oceani” e “Fiesta en el Mar”.
La musica di Riccardo Ascani ci racconta il Mare idealizzato nella letteratura e nell’animo di ogni uomo, quel Mare fonte di ispirazione per illustri scrittori e poeti da Omero a Baricco passando per Conrad, Lorca ed Hemingway. Oltre che come solista collabora con il trio lirico femminile “Appassionante” col quale ha inciso la sua chitarra nell’album “Salve”. Vincitore dell’Akademia Music Award di Los Angeles nella sezione ambient/instrumental nel mese di gennaio 2016 con “Oceani”.

Roberto Ippoliti inizia lo studio della chitarra privatamente, diplomandosi poi all’UM (Università della Musica) di Roma, dove studia, sotto la guida di alcuni tra i migliori professionisti del panorama musicale italiano (Riccardo Ascani, Simone Gianlorenzi, Marco Gerace, Ettore Gentile, Fabio Mariani), i vari generi della chitarra moderna: il flamenco, il jazz,il rock e il fusion.
Dopo il diploma intraprende una intensa attività live in Italia e in Europa suonando come solista e in vari progetti musicali che spaziano dal flamenco (membro del Flamenco Jazz Quartet di Riccardo Ascani), alla world music, passando per il pop e il rock.
Insegnante di chitarra, collabora con l’Associazione Culturale Musicultura presso la scuola ACAR a Castel Sant’Elia (Viterbo) e presso la scuola di musica comunale di Fabrica di Roma (Viterbo).

Paolo Monaldi, percussionista. Inizia gli studi delle percussioni frequentando la Scuola di Musica Popolare di Donna Olimpia a Roma. Nel 94’ si avvicina al flamenco, presso la Fundación di Jerez de la Frontera partecipa ad un corso di compás, con le palmas e il cajón. Continua ad approfondire lo studio del cajón prima nel 96’ presso l’Academia Amor de Dios di Madrid; di anno in anno, segue corsi, stages di perfezionamento e lezioni private a Sevilla con i maestri Andrej Vujicic e José Carrasco, a Huelva con il maestro Agustin Diassera. A Madrid con il maestro Sergio Martinez, inizia un percorso di studio del cajón e della ritmica flamenca applicata al baile. Prosegue la sua formazione artistica accompagnando stage e cursillos di baile flamenco coni maestri danzatori spagnoli fra i quali: Alicia Márquez, Miguel Angel Espino, Pilar Ogalla, Ángel Atienza, Ramón Martínez, Karen Lugo, Andrés Peña, Jose’ Manuel Ruiz, Sebastian Sanchez, Juan Jose Garcia Fernandez, Juan Paredes, Pastora Galvan, Antonio Molina El Choro, etc. Collabora con i chitarristi: Manuel Santiago, Riccardo Ascani, Javier Navarro, Sergio Varcasia, Daniele Bonaviri, Antonio Porro, Matteo D’Agostino, Mattia Rauco, Carlo Soi, Ernesto Garcia Bravo, Manuel Montero, Oscar Lago, Ricardo Rubi Garcia e i cantaores: José Salguero, Antonio Campos, Charo Martin, Nuria Martin, Rosarillo, Alejandro Villescusa, Felix De Lola, David Palomar, Vicente Gelo.
In Italia collabora con diverse compagnie di flamenco: “Pasión Gitana” di Caterina Lucia Costa, “La Ventana” di Lily de Cordoba, “La Albahaca” di Rossella Galluccio, “El Río Andaluz” di Sabrina Loguè, “Compagnia Flamenca Francesca Stocchi”, “Compagnia Soniquete” di Lia Ruscica, “FlamencoVivo” di Dario Carbonelli, “Dibujo en el Aire” di Francisca Berton, “Battito Flamenco” di Manfredi Gelmetti.
Nel 2009 dall’incontro con il chitarrista Sergio Varcasia e danzatrice coreografa Francisca Berton nasce la Compagnia Algeciras Flamenco il progetto include vari artisti: la flautista Francesca Agostini, Rosarillo (cante), Lara Patrizio (canto), Andrea Pullone (oud), Pejman Tadayon (oud), Samir Abdelaty Elturky (darbuka), Enrico Gallo (darbuka), Asharaf Said (darbuka), Simone Pulvano (darbuka), Carlo Cossu (violino), Claudio Merico (violino), Riccardo Garcia Rubi (chitarra), Giampaolo Casella (tromba) e Perla Elias Nemer(danza mediorientale), Irene Da Mario(danza mediorientale), Mona Kefelebasi(danza
mediorientale), Anastasia Francaviglia (danza gypsy duende). Sempre nel 2009 La Compagnia Algeciras Flamenco va in scena con “El viaje”, “El Deseo” spettacoli di musica cante e baile flamenco.
Nel 2010 la compagnia produce e porta in scena, con l’artista senegalese Pape Siriman Kanouté, lo spettacolo “Canta Historias” Le voci della tradizione: Griots e Cantaores, repliche al Teatro Palladium di Roma con il patrocinio del Comune di Roma Assessorato alla Cultura Mun. XI., all’Auditorium S. Chiara di Roma e alla Casa della Pace. Nello stesso anno la Compagnia è in tour estivo con “Sobre las Olas” toque cante y baile flamenco.
Nel 2011 la Compagnia Algeciras Flamenco con lo spettacolo “El Deseo” e con “De Vez En Cuando” Suite Flamenca replica al teatro Fellini di Pontinia(Lt), e nelle rassegne di Todi, Camerino, Panicale, Vallerano, Circeo, Nepi, Formia, Sperlonga, etc.
Sempre nel 2011 la compagnia mette in scena lo spettacolo “Gota de Plata” con la regia e l’ambientazione di Cristina Gionta e la produzione dell’Associazione Cadeau, debutta al Teatro Italia di Roma nel maggio del 2011.
Nel 2012 la Compagnia Algeciras Flamenco è in tour con “Entre dos Voces” cante y canción.
Nel marzo 2013 è in programmazione al Teatro Italia di Roma lo spettacolo “Al Mísmo Tiempo” con la regia di Cristina Gionta e la produzione dell’Associazione Cadeau.
Ad aprile 2016 debutta Al Teatro Vascello di Roma con “Minotauro, el alma grita” con la partecipazione di David Palomar. Regia e coreografie di Dario Polizzi Carbonelli e la produzione di Spazio Flamenco.
Nel maggio 2016 debutta all’ Auditorium Parco della Musica di Roma con “Algarabia” canti musiche e danze. Direzione Artistica Paolo Monaldi, coreografie Francisca Berton e la produzione dell’ Associazione Algeciras Flamenco.
A marzo 2017 debutta Al Teatro Campus di Cinecittà Roma con “Sin Volver La Cara” itinerario di immagini sonore e flamenco. Regia e coreografie di Francisca Berton e la produzione dell’ Associazione Algeciras Flamenco.
A giugno 2017 entra far parte del progetto “Oceani” del chitarrista compositore Riccardo Ascani tour che a settembre dello stesso anno si esibirà all’ Auditorium Parco della Musica di Roma
Nel 2009 suona con il gruppo senegalese “Mandè” di Pap Kanoutè è ospite al Caffè Caruso di Roma.
Dal 2013 collabora con il cantautore romano Emiliano Ottaviani per i concerti “Scusi…ma qui che c’era prima”, sempre per Emiliano Ottavani registra l’album “Un caffè al vetro” che verrà pubblicato il 27 marzo del 2015.
Dal 2015 è direttore artistico del tablao flamenco El Duende di Roma.
Insegna cajón flamenco; endorcer dei cajónes Pepote Percusión

Alcuni showreel video del progetto Locura de Guitarras
https://www.youtube.com/watch?v=kNQvL-5wNCc
https://www.youtube.com/watch?v=T5DEMvLjMag
https://www.youtube.com/watch?v=yuMVzjSnZEE
https://www.youtube.com/watch?v=XtLhs_mOKQc

 

Leave a Reply