3 ottobre 2017 at 19:28  •  Posted in Matinée musicali by  •  0 Comments

OTELLO

Per il ciclo L’Ultimo Verdi, guida all’ascolto delle ultime opere di Giuseppe Verdi a cura di Giovanni La Torre.

Ingresso libero. Ore 10,30, Via Caffaro 10

Otello è la penultima opera di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito fu tratto dalla tragedia omonima di Shakespeare.

La prima ebbe luogo a Milano nell’ambito della stagione di Carnevale e Quaresima del Teatro alla Scala, il 5 febbraio 1887. Gli interpreti e gli artisti coinvolti nel debutto furono i seguenti:[1]

Boito e Verdi eliminarono il primo atto della tragedia shakespeariana, che costituiva un antefatto ambientato a Venezia, allo scopo di rendere la drammaturgia più serrata possibile.

Le modifiche e successive rappresentazioni

Verdi operò alcune modifiche alla partitura per la versione francese che andò in scena al Théâtre de l’Opéra di Parigi come Othello, il 12 ottobre 1894. Il libretto fu tradotto dallo stesso Boito e da Camille du Locle.

La differenza più vistosa riguarda l’aggiunta delle danze nel terzo atto, secondo la convenzione francese. Verdi aveva dovuto fare altrettanto quando Macbeth e Il trovatore erano state rappresentate a Parigi, ed ora commentava l’aggiunta definendola una «mostruosità»: «Nel furor dell’azione interrompere per un balletto?!!!» Probabilmente per compensare, almeno in parte, l’aggiunta del balletto, Verdi accorciò il grandioso concertato finale del terzo atto, che in questa forma è stato talvolta ripreso anche in anni recenti, senza particolare successo.

Nel 1948 avvenne la centesima recita al Palais Garnier di Parigi.

 

da https://it.wikipedia.org/wiki/Otello_(Verdi)

Leave a Reply