4 marzo 2015 at 9:47  •  Posted in Letteratura by  •  0 Comments

La parola all’editor MASSIMILIANO BORELLI. Ciclo di incontri sul piacere della lettura in collaborazione con viadeisperpenti.it. Ingresso libero Ore 21 Via Caffaro 10


http://www.viadeiserpenti.it/un-libo-si-pubblica-la-parola-al-redattore-e-alleditor-massimiliano-borelli/

locandina_6mar_web

 

COSA SI FA CON UN LIBRO?

Cosa si fa con un libro? Un libro si pubblica. La parola al redattore e all’editor.
Venerdì 6 marzo, alle 21 – Massimiliano Borelli

Chi è Massimiliano Borelli lo scopriremo fra qualche giorno, intanto possiamo dire che è nato a Roma nel 1982, ha molte vocazioni e svolge variegate attività.

Un dottorato in Italianistica (presso l’Università di Siena e l’Università di Zurigo), una monografia su Giorgio Manganelli (Grammatica e politica della rovina in Giorgio Manganelli, Aracne, 2009) e un saggio sul romanzo italiano sperimentale degli anni Sessanta (Prose dal dissesto – Antiromanzo e avanguardia negli anni sessanta, Mucchi, 2013) sono il suo biglietto da visita di letterato. Un contratto di lavoro con L’orma editore ne fa un redattore editoriale. Collaborazioni con agenzie letterarie e altre case editrici per attività di lettura, valutazione, editing, lo rendono un eclettico professionista dell’editoria.

L’attività principale di Massimiliano Borelli è, attualmente, quella svolta per L’orma editore, la piccola e raffinata casa editrice romana che Lorenzo Flabbi e Marco Federici Solari hanno fondato nel 2012 (qui la nostra intervista del 20 dicembre 2012). Tra le molte proposte editoriali c’è l’originale collana I Pacchetti, i libri da chiudere, affrancare con un francobollo e imbucare, che raccolgono le lettere più originali e sconosciute di filosofi, artisti, poeti e uomini politici di tutti i tempi. Borelli ha curato il Pacchetto La mia arte sei tu di Luigi Pirandello.

«Straripanti di un amore non corrisposto, prodighe di slanci d’euforia e di neri salti nell’abisso dell’esistenza, le lettere di Pirandello a Marta Abba ci mostrano un Maestro in perenne fuga dal mondo e in costante inseguimento della sua Musa. Un rapporto di straordinaria fertilità creativa che brucia intensamente illuminando le quinte della vita».

Qui tutti gli altri.

Massimiliano Borelli è stato anche tra gli ospiti della nostra rubrica Il comodino dei Serpenti.

Leave a Reply