4 maggio 2014 at 17:42  •  Posted in Canto dei popoli, Musica by  •  0 Comments

Il nome Acquelibere, suggerito dal fascino del monumentale acquedotto Águas Livres di Lisbona, evoca un’atmosfera di sapore e di respiro mediterranei che si estende fino a comprendere echi “impressionisti” e più sfumati.

Impregnate dall’eco dei canti e delle sonorità tradizionali che, accompagnando i cicli delle stagioni, hanno costituito per millenni l’ambiente musicale diffuso del Mediterraneo, le Acquelibere ambiscono a tracciare una propria rotta originale su una musica d’autore frutto delle intuizioni compositive dell’ensemble.

Le nuove linee melodiche – in questa occasione proposte da un quartetto di cordofoni con la partecipazione di Guido Sodo e Paolo Faiella – si incontrano con le poesie di Lucianna Argentino, interpretate dall’autrice stessa, testimoni di un intenso percorso umano e linguistico che fa fluire il nuovo dall’antico, in una sorta di “Almanacco Indocile”.
https://www.facebook.com/acquelibere.ensemble?ref=ts&fref=ts

 

Acquelibere6c

 

ROBERTO PAGANO, compositore e chitarrista, è autore di buona parte delle musiche del primo lavoro discografico dell’Ensemble Acquelibere, del quale è co-fondatore. Il brano ”Diviso”, scritto insieme ad Angela Contessa, è stato scelto come book trailer del libro “Cara Armenia, addio” di Gianluigi Sommariva, ed. Il Rubino (https://www.youtube.com/watch?v=iU99qq2nhUA).

ROBERTO DELLE DONNE, dopo aver approfondito lo studio della chitarra classica e moderna, svolgendo anche attività didattica, è attivo dal 2005 nel panorama della musica folk e popolare. E’ co-fondatore dell’ensemble di musica popolare Facta Apposita Memorabilia, attivo negli anni 2005/2007, e dei Controcorente, con il quale ha partecipato a due pubblicazioni discografiche.

LUCIANNA ARGENTINO, ha pubblicato diversi libri libri di poesia: “Gli argini del tempo” (ed. Totem, 1991), “Biografia a margine” (Fermenti Editrice, 1994) con la prefazione di Dario Bellezza e disegni di Francesco Paolo Delle Noci; “Mutamento” ((Fermenti Editrice,1999) con la prefazione di Mariella Bettarini; “Verso Penuel “ (Edizioni dell’Oleandro, 2003), con la prefazione di Dante Maffia; “Diario inverso” (Manni editori, 2006), con la prefazione di Marco Guzzi;  “L’ospite indocile” (Passigli, 2012) con una nota di Anna Maria Farabbi. Nel 2009 ha pubblicato la plaquette “Favola” (Lietocolle), con acquerelli di Marco Sebastiani. Ha realizzato due e-book, uno nel 2008 con Pagina-Zero tratto dalla raccolta inedita “Le stanze inquiete” e nel 2011  “Nomi” con il blog “Le vie poetiche”. Il suo lavoro inedito “La vita in dissolvenza” (quattro poemetti- monologhi) è stato musicato dal chitarrista Stefano Oliva e, dal marzo 2011, presentato in vari teatri e associazioni culturali.

PAOLO FAIELLA, Dopo aver studiato chitarra classica, dal 1977 inizia il suo interesse per la musica antica che lo porta ad intraprendere sia lo studio del liuto rinascimentale, sia quello del canto con diverse formazioni corali. Nel 1981 con il coro del “Centro Italiano di Musica Antica” diretto da S. Siminovich, incide un L.P. sul requiem (allora inedito) di G.B. Platti. Inizia a studiare canto con Nicoletta Gervasi e successivamente segue dei corsi di canto rinascimentale con Rosamaria Meinster. Dal 1995 inizia a seguire corsi e seminari di liuto medievale e ‘ud con i Maestri A. Broegg, L. Polsini e S. Albarello e di Paleografia Musicale con Veronique Daniels. Dal 1997 è liutista nell’ensemble di musica medievale “L’Amoroso Cantar” con il quale si esibisce in numerosi concerti, partecipando a festival di Musica Antica e trasmissioni radiofoniche (Rai-Radio3 e RadioVaticana) http://digilander.libero.it/amorosocantar/. Nel 2010 fonda “Ziryab”, un ensemble multietnico dedito alla musica antica delle culture del bacino mediterraneo. http://ensembleziryab.webnode.it/

GUIDO SODO è diplomato in chitarra classica e compone  ispirandosi alla musica antica e popolare mediterranea. È il fondatore dei Cantodiscanto, con cui ha vinto il Premio Città di Recanati. Ha collaborato con diverse formazioni di musica antica e popolare (Acantus, Tarantula rubra ensemble, Demotika Orchestra) partecipando a numerosi festival internazionali  e alla programmazione su  Euroradio e BBC.  Ha collaborato con la Cineteca  di Bologna, componendo  le musiche per alcuni film  muti  napoletani,  accompagnandoli dal vivo  in Italia,  a New York, Parigi, Haifa, Tolosa, Madrid, Bogotà, B. Aires e S. Francisco. Per il teatro ha collaborato con il Mercadante di Napoli sotto la regia di Davide Iodice come compositore e musicista in scena per le musiche di  Zingari di Viviani con Nino D’Angelo  e ‘A Sciaveca, di M. Borrelli,  presentata al Festival di Spoleto. Collabora come compositore e  musicista in scena con diversi attori, fra cui  Vittorio Franceschi, Marco Manchisi, Francesca Mazza, Angela Malfitano , Valentina Capone, Anna Amadori. Nel 2014 si è laureato  con lode in Musica Elettronica – Musica Applicata presso il Conservatorio di Bologna ed è docente per  la Fondazione ATER Formazione.http://www.guidosodo.com/

Leave a Reply