12 marzo 2014 at 19:39  •  Posted in Archeotrekking, Arte e Cultura, Visite Guidate by  •  0 Comments

Gli Alberi Parlanti del Parco Regionale dell’Appia Antica

5 apr 2014 – 15:00 / 5 apr 2014 – 16:30

 

alberi parlanti flyer

 

da: http://www.urbanexperience.it/eventi/gli-alberi-parlanti-del-parco-regionale-dellappia-antica/:

Sabato 5 aprile, a Roma, alle ore 15, al Parco Regionale dell’Appia Antica  (ex Cartiera Latina, (via Appia Antica, 42; ampio parcheggio autorizzato poco più avanti) Urban Experience, in collaborazione con il Parco e con AltreVie, conduce uno dei suoi walk show tematizzati: Gli Alberi Parlanti del Parco Regionale dell’Appia Antica.

Si passeggerà lungo la Valle della Caffarella, in una conversazione peripatetica sui corridoio ecologico che collega l’agro romano (con greggi di pecore e fagiani in libera uscita) e il centro-città (sia a pochi minuti da Porta S.Giovanni), passando per uno dei territori a più alta densità di vestigia dell’antica Roma, ascoltando, via radio, gli alberi parlare…

 

Come contributo associativo (comprensivo di assicurazione) è richiesta una quota di partecipazione:  8 € (5 € con Carta Amici del Parco).

Prenotazione fortemente consigliata  a info@urbanexperience.it 

Le azioni che hanno caratterizzato Urban Experience, nelle sue esplorazioni urbane ed ambientali, esercitano uno spirito ludico-partecipativo che trova nell’uso del web un’opportunità particolare, quella di attingere ad informazioni non solo funzionali ma anche creative, narrative ed educative. C’è un modo di dire che definisce bene queste pratiche: “piedi per terra e testa nel cloud”. Usiamo le risorse informative che posizioniamo nel cloud di internet per alimentare il gioco dell’esplorazione e dell’educazione ambientale, secondo le poetiche del performing media che sottende un’animazione culturale ed educativa delle nuove tecnologie della comunicazione.

Il progetto Gli Alberi Parlanti del Parco Regionale dell’Appia Antica prevede la realizzazione di una serie di brevi audioclip (di circa 1′) pubblicati nel web (su soundcloud) che “fanno parlare” gli alberi: si raccontano, evocano la loro ascendenza mitologica e descrivono per brevi tratti la loro natura arborea.

Un primo tratto di questo progetto è stato realizzato nel parco del S.Maria della Pietà nel 2012, quando si descrisse quel luogo ai bambini delle scuole elementari di Monte Mario, senza dover parlare del fatto che fosse stato un ex manicomio, per esaltare le caratteristiche botaniche di quel luogo da far riscoprire alla città, partendo dallo sguardo infantile dei giovanissimi cittadini che non erano mai entrati in quello spazio pubblico. In questa trasmissione televisiva di RAI5 c’è un report su quel progetto.

 

L’articolazione del progetto Gli Alberi Parlanti del Parco Regionale dell’Appia Antica comporta, in primo luogo, un’attività d’indagine, guidata da guardiaparco ed esperti del Parco Regionale dell’Appia Antica, per l’individuazione delle piante da “far parlare” e conseguentemente la redazione-registrazione degli audioclip e la loro pubblicazione nel web.

Questi materiali saranno recuperabili grazie ai mobtag (detti anche qrcode) che linkeranno agli audioclip su soundcloud nel web.

In stretta relazione a questa operazione si prevede, nel prossimo futuro, lo sviluppo di un geoblog che svolga la funzione di mappa esperienziale che permetterà non solo la georeferenziazione degli “alberi parlanti” (e in futuro di qualsiasi altra informativa che il Parco intende georeferenziare) ma anche la possibilità di sollecitare commenti (con foto e attività social media), secondo i principi del web 2.0, attivando dinamica partecipativa e cognitiva basata sull’esperienza diretta degli utenti, a partire da quella dei più giovani.

La messa a sistema della mappa esperienziale e degli “alberi parlanti” sarà sempre fruibile da qualsiasi utente con la disposizione di una cartellonistica con i mobtag che linkano alle pagine web pertinenti.

Il format di performing media che valorizzerà questo sistema è quello dei walk show, le passeggiate con whisper radio che grazie all’uso degli smartphone (attraverso cui raccogliere via web gli audioclip degli alberi parlanti) coinvolgeranno gli utenti del parco in un percorso ambientale di particolare impatto emozionale, in cui si coniuga innovazione digitale ed esperienza percettiva d’esplorazione. Un approccio (descritto dettagliatamente nelle schede seguenti) che acquista una valenza specifica nel contesto educativo.

In questo senso si prevede, in una seconda fase del progetto, la realizzazione di una serie di Experience Lab, laboratori ludico-partecipativi atti sia ad un’attività pedagogica di cittadinanza educativa sia all’istruzione per l’uso delle soluzioni multimediali. Un agile format formativo rivolto principalmente ai servizi educativi (in stretta relazione con gli addetti del Parco per l’educazione ambientale) ma di fatto rivolta a tutti gli utenti di una “smart city” che trova nella dimensione ambientale del Parco una condizione abilitante di consapevolezza di una città come Roma che gode di un sistema naturalistico di un’importanza assoluta.

Wrong coordinates

Leave a Reply