17 gennaio 2014 at 15:06  •  Posted in Canto dei popoli, Musica by  •  1 Comment

Concerto Altrevie

Sabato 25 gennaio 2014 ore 21:00
contributo 10€
Teatro Altrevie – via Caffaro 10 (Garbatella) Roma
prenotazione consigliata altrevie@gmail.com

www.milagroacustico.net
www.culturalbridgelabel.com

http://www.youtube.com/watch?v=BTvZZhYq9ks&list=PLbvgWZ5qPy1uG5NLoO0iOAo4a3o4pMsIk

One Comment

  1. Bob Salmieri / 17 gennaio 2014 at 19:40 / Rispondi

    Questo disco è un pezzo di storia. O almeno le sue tracce sembrano volerla raccontare, ridisegnare, evocare. Quella a cavallo tra due millenni, vissuti nella “Siquilliya” della dominazione araba, di un’isola-giardino – si fa fatica a crederlo oggi – terra di convivenza tra moschee e croci cattoliche, culla di pace, centro nevralgico di scienze, di cultura e di arte.

    I Milagro Acustico, di quegli anni, si parla del periodo che va dall’827 al 1091, riprendono le parole, colte tra i versi di quei poeti arabi che della Trinacria (si va bene, è un termine di origine greca…) rappresentarono la parte più dotta e nobile, e le traducono in musica. Un’operazione non proprio semplice da condurre, che l’ensemble capitanato da Bob Salmieri affida alla voce del cantante iracheno-tunisino Marwan Samer, attorno alla quale prendono vita nove pezzi ricchi di fascino. L’oud, la tabla, la ribecca sono solo una piccola parte dell’armamentario di “Sicilia araba”, un album che vira senza compromessi attorno al Medio Oriente e al suo suono: le spine sono staccate, il computer è in stand-by, la world-music un concetto sin troppo distante, l’etnico una bestemmia bella e buona. Cliché superati da un album vestito in modo meraviglioso, accompagnato da arrangiamenti corposi e contemporanei, cantato con passione (ed è quel che richiedono le liriche, le cui traduzioni sono disponibili sul sito web della band). Tutto molto accessibile, contenuto in una forma canzone dalla circolarità pop: per avvicinarsi all’ultima prova dei Milagro Acustico, in fondo è sufficiente armarsi solo di un po’ di curiosità, tutto il resto è compreso nel prezzo.
    Giuseppe Catani – Rock it

Leave a Reply